Loading...
Aurora Boreale

L’aurora polare, spesso denominata aurora boreale o australe a seconda che si verifichi rispettivamente nell'emisfero nord o sud, è un fenomeno ottico dell'atmosfera terrestre, caratterizzato principalmente da bande luminose di un'ampia gamma di forme e colori rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio, tipicamente di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali. [fonte Wikipedia]

   Scientificamente vero, emotivamente falso. Niente è più indescrivibile di quelle luci verdi-viola che si spostano nel cielo, o dello stare seduti su una spiaggia in pieno inverno circondati dal rumore di quella luce. Un fruscio irreale, silenzioso e assordante allo stesso tempo. In contrasto con la calma che lo circonda. In accordo con la natura che lo ospita.

   Assistere a uno spettacolo come l’aurora boreale ti fa sentire molto piccolo in confronto alla natura e alle sue meraviglie. Ogni volta che si avrà l’occasione di ammirare quel gioco di luci, si rimarrà sempre a bocca aperta a fissarlo. Forse solo gli stessi islandesi sono riusciti ad abituarsi a quella vista, ma non ne sarei poi così sicura. È complicato mettere per iscritto le sensazioni che si provano in quel momento magico in cui le luci si accendono e il cielo sembra vivere di vita propria, o meglio, ci mostra la vita che lo anima. Perché, anche se non ne abbiamo sempre coscienza, nel cielo esiste un movimento e un’attività costante, succede sempre qualcosa, ma solo alcune condizioni ambientali ci permettono di prenderne atto. Per cui la sola cosa opportuna che mi sembra giusto fare è dare più indicazioni possibili per avere la possibilità di osservarla, perché solo così si può capire.

Per vedere l’aurora boreale è necessario un cielo limpido o poco nuvoloso, il buio e l’inverno. Comincia a essere visibile tra la metà di settembre e l’inizio di ottobre, per sparire verso aprile, ma l’intensità del fenomeno è completamente a dispetto del sole e della sua attività ciclica. Il luogo ideale per vederla nella sua maestosità è l’Islanda e il nord della Scandinavia, ma gli episodi più intensi rendono visibile il bagliore verde anche nelle zone più meridionali della penisola nordica e addirittura in Scozia. Un utile sito internet islandese (http://en.vedur.is/weather/forecasts/aurora/) segnala agli speranzosi cercatori della luce verde il momento più propizio per incontrarla in quella terra, ed è estremamente utile quando si sta programmando la tappa successiva del proprio viaggio per allontanarsi dalle nuvole che coprono la visuale.

 

            

 

  

Se qualche appassionato vuole provare a fotografarla, non credo ci sia niente di più soddisfacente che vedere impresso quel fotogramma nella propria macchina. Si parla di Reflex, o ad ogni modo macchine che diano la possibilità di mantenere aperto l’obiettivo a lungo (30 secondi possono bastare) e di variare la sensibilità alla luce della macchina stessa, quindi gli ISO (400 o 800 ISO sono sufficienti). Gli esperti in materia consigliano prima di tutto di armarsi di cavalletto o di un altro supporto stabile, poi trovare un punto ideale allo scatto, magari vicino a una cascata o un bosco, facendo attenzione, in caso, ai piccoli paesi che potrebbero disturbare la visuale con qualche lampione. Una volta scelto il luogo e piantato il cavalletto, bisogna preparare la macchina fotografica prima che venga buio, mettendola a fuoco su un punto lontano, in modo che niente rimanga sfocato nella fotografia. Fatto questo, non bisogna più toccare più la macchina. Quest’ultimo passaggio è necessario perché, una volta al buio, l’autofocus non funzionerà più, ed è estremamente difficile trovare il punto giusto al buio e al freddo. Poi, tutto quello che resta da fare è aspettare. In Islanda imparerete che niente è più importante dell’attesa: attendere che esca il sole, attendere che cominci a nevicare o che si sciolga la neve, attendere che la natura cominci a fare la sua magia. In Islanda i ritmi “normali” non funzionano più, perché lì comanda la natura, non le persone. È la natura che ci farà capire come e quando si può compiere un’azione, l’uomo è al suo servizio. Provare a forzare la natura vuol dire perdere una battaglia e la guerra.

 

     

 

   L’Islanda è una terra magica, ineguagliabile e impenetrabile. Quando pensi di cominciare a capirla, lei ti mette davanti un muro per tenerti a distanza. Ma lo fa solo per proteggersi, perché sa di essere talmente unica da non poter essere replicata. Deve conservarsi. E sta all’uomo aiutarla in questa missione.

 

 

Foto ed articolo di Stefania Recchia

 


Tempo di fare la marmellata

La cucina islandese e quella italiana sono molto differenti ma a tavola le due cose......

Tatuaggi marinareschi, significati, simboli e leggende

Che vi piacciano o meno, la tradizione marinara porta sottopelle simboli e significati che si perdono.....

La sfida di Thor: prende l'energia pulita dal cuore del vulcano

Si chiama Thor, come il dio vichingo del fulmine e del tuono col suo invincibile martello folgorante. E per 100 milioni di dollari...

Ambra Grigia

Chissà cosa ha provato, il nostro ipotetico progenitore, inebriandosi dei deliziosi effluvi di una strana sostanza, di colore grigiastro, ritrovata sulle spiagge..

Aurora Boreale

L’aurora polare, spesso denominata aurora boreale o australe a seconda che si verifichi rispettivamente nell'emisfero nord o sud, è un fenomeno ottico dell'atmosfera terrestre, caratterizzato principalmente da bande luminose di un'ampia gamma di forme e colori rapidamente.....

I lavoratori del mare

Essere marinaio oggi in Islanda vuol dire “ Ekki gótt!” “Non bene!“ ci dice Algrimur.  Troppo poco spazio viene lasciato ai piccoli pescatori mentre le quote e quindi le decisioni che influenzano il mercato sono in mano a pochi imprenditori.

Quante storie dentro un bicchiere

“We’re merry folks, we sailors: we han’t much to care for. Thus we live at sea; eat biscuit, and drink flip”. Ovvero: “siamo gente allegra, noi marinai: non abbiamo granché di cui preoccuparci. Così viviamo per mare, mangiando gallette e bevendo flip”...

Iceland e iceberg

L’Islanda ha mille motivi per stupire, non è un segreto, e ciascuno dei racconti pubblicati sul blog dai viaggiatori ha colto e descritto gli aspetti più particolari e affascinanti di quest’isola, lembo di terra emersa tra la placca europea e la placca americana ...

Un’idea per una vacanza estiva

Ci siamo. Le idee si scatenano, l’immaginazione si riempie e la fantasia già ci porta sul posto: è iniziata la caccia alle mete per le vacanze. L’assalto a internet, alle librerie e le inquisizioni ad amici e parenti per trarre idee, consigli ed esperienze ...

ISLANDA made in Italy!

L’Islanda che i media ci hanno mostrato con questi Europei 2016, ha colpito molti di noi, tifosi e meno tifosi del calcio, perché attorno all’immagine classica che possiamo avere tutti di una terra fredda e ricoperta di solo ghiaccio ...

Mare o montagna?

Non conta la destinazione che preferisci, conta solo lo spirito che ti accompagna durante il viaggio. Quando ogni nuova meta è un nuovo inizio, quando il tempo che scorre è tuo alleato per stringere nuove amicizie ...

Dimmuborgir: il labirinto nero

La regione settentrionale islandese offre un’infinità di paesaggi diversi tra loro che rendono questo territorio unico dal punto di vista geologico e paesaggistico. In particolare l’area attorno al lago Mývatn è una zona ricca di monumenti naturali ...

Intervista a Marc De Tollenaere, fotografo freelance

Intervista a Marc De Tollenaere, fotografo freelance che tiene Photo Tour e Photowalk a Venezia, oltre che workshops fotografici in tutto il mondo con un amore in particolare per l’Islanda...

ÞORRABLÓT e mangiare lo squalo

Tra tutte le celebrazioni islandesi la piú autentica e tradizionale é di sicuro il Þorrablót. Il nome é un composto di due nomi Þorri e blót. Þorri fú uno dei primi re vichinghi della mitologia nordica del 12mo secolo ...

Fashion & Relax

E’ primavera, è venerdì! E’ iniziato il weekend! Preparati a vivere con pienezza le prossime ore. Goditi il sole l’aria aperta e la natura, ma fallo sempre con stile. Oggi ti vogliamo suggerire un look per un fine settimana all’insegna del relax ...