Loading...
La sfida di Thor: prende l'energia pulita dal cuore del vulcano

Si chiama Thor, come il dio vichingo del fulmine e del tuono col suo invincibile martello folgorante. E per 100 milioni di dollari lancerà una rivoluzione nell'uso delle energie rinnovabili a livello globale. Il progetto è partito in Islanda: aziende ad alta tecnologia, ingegneri, ecologisti, esperti del piccolo ma creativo Stato del Grande nord hanno completato le trivellazioni alla profondità da record di 4659 metri. Da lì sotto, vicino al magma, l'acqua ha temperature sui 427 gradi e diverrà fluido critico (a metà tra liquido e gas) azionando le turbine delle centrali. Reykjavík lancia così la sfida dell'energia geotermica. E insieme si impegna al massimo per abbattere l'aumento delle emissioni causate dall'industria metallurgica, dalla chimica hi-tech e dal turismo. Certo, è tutto da vedere se Thor avrà successo e produrrà abbastanza energia rinnovabile geotermica come calcolato.

Il programma si chiama "Iceland deep drilling project" ed è nato dopo gli shock delle diverse crisi petrolifere e della crisi finanziaria internazionale del 2008. È guidato dagli islandesi (disponibili in futuro a offrire elettricità pulita con cavi sottomarini anche a Regno Unito ed Europa continentale): aziende, università e governo con a fianco 38 aziende e istituti di ricerca europei, nordamericani e russi. Thor è vicino alla mitica Blue Lagoon, laguna blu, il più bel bagno termale naturale del mondo a metà strada tra Keflavík (l'aeroporto) e la capitale. Tutto merito della memoria degli scienziati registrata negli antichi archivi: Thor sorge presso quelli che erano i crateri di un vulcano la cui ultima eruzione fu 700 anni fa e creò quel paesaggio lunare che vediamo sulla strada che ci porta a Reykjavík. Qui il progetto sarà funzionante dal 2020. Una seconda trivellazione profonda, Krafla Magna Testbed, sarà effettuata vicino al vulcano Krafla, nel nord.

 

Questa scommessa è necessaria, dicono aziende e governo islandesi. Si, perché nonostante l'isola con geyser, vulcani e dighe sia l'unico Stato al mondo che per economia, abitazioni, uffici, illuminazione, tutto insomma, usa al 100 per cento solo rinnovabili (per un quarto geotermica, per il resto idroelettrica), le sue emissioni sono aumentate. L'economia cresce ma, emettono CO2, le aziende di alluminio e silicio, e il turismo con i suoi 2 milioni di visitatori l'anno, trasportati nel paese con auto e bus. Il governo, così come Svezia e Norvegia, vuole permettere l'uso di soli veicoli elettrici o spinti da biocarburanti.

Fonte testo REPUBBLICA.IT

Articolo di Andrea Tarquini


Iceland e iceberg

L’Islanda ha mille motivi per stupire, non è un segreto, e ciascuno dei racconti pubblicati sul blog dai viaggiatori ha colto e descritto gli aspetti più particolari e affascinanti di quest’isola, lembo di terra emersa tra la placca europea e la placca americana ...

Un’idea per una vacanza estiva

Ci siamo. Le idee si scatenano, l’immaginazione si riempie e la fantasia già ci porta sul posto: è iniziata la caccia alle mete per le vacanze. L’assalto a internet, alle librerie e le inquisizioni ad amici e parenti per trarre idee, consigli ed esperienze ...

Tatuaggi marinareschi, significati, simboli e leggende

Che vi piacciano o meno, la tradizione marinara porta sottopelle simboli e significati che si perdono.....

La sfida di Thor: prende l'energia pulita dal cuore del vulcano

Si chiama Thor, come il dio vichingo del fulmine e del tuono col suo invincibile martello folgorante. E per 100 milioni di dollari...

Ambra Grigia

Chissà cosa ha provato, il nostro ipotetico progenitore, inebriandosi dei deliziosi effluvi di una strana sostanza, di colore grigiastro, ritrovata sulle spiagge..

Quante storie dentro un bicchiere

“We’re merry folks, we sailors: we han’t much to care for. Thus we live at sea; eat biscuit, and drink flip”. Ovvero: “siamo gente allegra, noi marinai: non abbiamo granché di cui preoccuparci. Così viviamo per mare, mangiando gallette e bevendo flip”...

ISLANDA made in Italy!

L’Islanda che i media ci hanno mostrato con questi Europei 2016, ha colpito molti di noi, tifosi e meno tifosi del calcio, perché attorno all’immagine classica che possiamo avere tutti di una terra fredda e ricoperta di solo ghiaccio ...

Mare o montagna?

Non conta la destinazione che preferisci, conta solo lo spirito che ti accompagna durante il viaggio. Quando ogni nuova meta è un nuovo inizio, quando il tempo che scorre è tuo alleato per stringere nuove amicizie ...

Dimmuborgir: il labirinto nero

La regione settentrionale islandese offre un’infinità di paesaggi diversi tra loro che rendono questo territorio unico dal punto di vista geologico e paesaggistico. In particolare l’area attorno al lago Mývatn è una zona ricca di monumenti naturali ...

Intervista a Marc De Tollenaere, fotografo freelance

Intervista a Marc De Tollenaere, fotografo freelance che tiene Photo Tour e Photowalk a Venezia, oltre che workshops fotografici in tutto il mondo con un amore in particolare per l’Islanda...

ÞORRABLÓT e mangiare lo squalo

Tra tutte le celebrazioni islandesi la piú autentica e tradizionale é di sicuro il Þorrablót. Il nome é un composto di due nomi Þorri e blót. Þorri fú uno dei primi re vichinghi della mitologia nordica del 12mo secolo ...

Fashion & Relax

E’ primavera, è venerdì! E’ iniziato il weekend! Preparati a vivere con pienezza le prossime ore. Goditi il sole l’aria aperta e la natura, ma fallo sempre con stile. Oggi ti vogliamo suggerire un look per un fine settimana all’insegna del relax ...

Semplicità e gusto: la cucina islandese

La cucina tradizionale islandese è molto semplice; gli ingredienti e i piatti che potrete più apprezzare sono quelli che hanno origini contadine. In questo nostro post vi proponiamo un “assaggio” di questa terra magica ...

Una leggenda islandese

Un giorno la Vergine Maria radunó tutti gli uccelli del mondo davanti a sé. Una volta arrivati fu ordinato loro di camminare sopra ad un fuoco in segno di obbedienza. Gli uccelli sapendo del suo potere non osarono dissubbidire ma ...

Dove nasce lo spirito del marinaio islandese

Terra aspra, dura, dal clima rigido che sicuramente ha messo alla prova generazioni e generazioni della popolazione islandese. Ma chi ha dovuto e deve tutt’oggi affrontare...